Lombardia. “In 1 anno, eseguiti in Farmacia oltre 600mila screening del colon-retto, 120mila prestazioni di telemedicina e 460mila vaccinazioni”

Diverse le novità previste nel 2024 – tra cui il convenzionamento della telecardiologia, l’ulteriore implementazione del digitale e semplificazione della distribuzione di farmaci e presidi sul territorio – per la Farmacia dei Servizi “di nuova generazione” in Lombardia. Nel 2023, quasi 470mila cittadini si sono rivolti al proprio esercizio di fiducia per operazioni di scelta e revoca del Medico di famiglia e del Pediatra di libera scelta; oltre 614mila hanno eseguito lo screening colon-rettale raccomandato tra i 50 e i 74 anni di età, grazie al supporto delle farmacie che hanno distribuito l’apposito kit. Sostanziale resta il contributo alle campagne vaccinali: da ottobre 2023, sono 278.169 le somministrazioni antinfluenzali e 188.505 le vaccinazioni anti-Covid-19, quasi la metà del totale della Regione.

I dati sono emersi in occasione di una recente conferenza stampa organizzata da Federfarma Milano, Lodi e Monza Brianza, Associazione che riunisce 1.200 farmacie del territorio. “Tra i risultati più importanti raggiunti quest’anno, un salto di qualità decisivo per la farmacia dei servizi, grazie alla Delibera Regionale XII/848, che ne ha riorganizzato le basi uniformando sul territorio le disposizioni in materia”, dichiara Annarosa Racca, presidente Federfarma Lombardia e Federfarma Milano, Lodi e Monza Brianza. “La Lombardia, già apripista in quest’ambito, è stata la prima Regione a emettere linee guida per standardizzare criteri e requisiti cui le farmacie devono attenersi per erogare servizi”, afferma. “Si è trattato di uno step cruciale, perché ha consentito a tutti i colleghi di organizzare e proporre prestazioni in grado di rispondere al meglio, e in modo omogeneo, ai bisogni dei cittadini. “Guardando al futuro, continueremo a lavorare per far crescere le farmacie lombarde nel loro ruolo di presidi sanitari di comunità, supportando gli utenti con servizi finalizzati alla prevenzione e alla cura. A questo proposito – continua – uno dei progetti su cui siamo al lavoro è la possibilità di erogare prestazioni di telecardiologia in regime di convenzione con il Servizio Sanitario Regionale; questo costituirebbe un’opportunità concreta di contribuire a ridurre le liste d’attesa.”

La telemedicina vede già attive oltre 2mila farmacie lombarde, di cui 1.600 aderenti alla Rete di Telemedicina Federfarma – Health Telematic Network HTN, con circa 120mila prestazioni effettuate nel 2023. Ai risultati raggiunti hanno contribuito in modo sostanziale anche le farmacie rurali. “I nostri presidi concorrono in modo determinante alla capillarità del sistema sanitario sul territorio”, dichiara Dario Castelli, vicepresidente rurale di Federfarma Milano, Lodi e Monza Brianza. “Tutte le prestazioni aggiuntive offerte dalle farmacie acquistano un valore ancora più prezioso nel contesto in cui operano le rurali: piccoli centri spesso privi di molti servizi pubblici e lontani dai presidi ospedalieri. I colleghi si sono dimostrati al passo con l’innovazione, come attesta il caso della telemedicina che, su un totale di 920 farmacie rurali presenti in Lombardia, viene erogata in oltre 700 esercizi. In futuro – prosegue – garantiremo a chi risiede nelle zone più disagiate un servizio sempre più moderno, efficiente e di prossimità, per ridurre le disuguaglianze di accesso alle cure.”

“Anche quest’anno, abbiamo voluto rispondere in modo concreto alle esigenze dei colleghi con un’ampia proposta di attività formative”, dichiara Manuela Bandi, direttrice di Fondazione Muralti. “Ci siamo focalizzati su numerosi temi: dalla sicurezza alle novità farmacologiche e tecnologiche, dall’operatività del servizio di vaccinazione alle nuove frontiere terapeutiche per il controllo dell’ipercolesterolemia. Prosegue inoltre il nostro coinvolgimento nel progetto CV-Prevital, in collaborazione con l’Istituto Cardiologico Monzino, per migliorare la prevenzione cardiovascolare nella popolazione italiana in un contesto di vita quotidiana, attraverso l’uso delle tecnologie digitali.”

Diverse anche le iniziative solidali, ricordate in conferenza stampa, che nel 2023 hanno visto la partecipazione di numerosi presidi sul territorio. Tra queste, la XXIII Giornata di Raccolta del Farmaco; la collaborazione con Fondazione Veronesi in occasione della Pittarosso Pink Parade, a sostegno della prevenzione e la ricerca sui tumori femminili; In Farmacia per i Bambini, con Fondazione Francesca Rava, per le famiglie in povertà sanitaria; la campagna di sensibilizzazione, promossa da Soroptimist, per la Giornata Contro la Violenza sulle Donne. “Più di 1.200 esercizi hanno aderito al Trimestre Antinflazione – conclude Bandi – confermando lo spirito di servizio che da tempo contraddistingue l’operato delle farmacie, impegnate a offrire sempre ai cittadini una gamma di prodotti a prezzi calmierati ma con elevati standard di qualità e sicurezza.”