Ospedale Fratelli Parlapiano di Ribera. “Accende una sigaretta durante l’ossigenoterapia e muore nell’incendio”

Un uomo di origini rumene, abitante a Canicattì ma ricoverato presso l’Ospedale Fratelli Parlapiano di Ribera, nell’Agrigentino, è rimasto ucciso nell’incendio scoppiato nella struttura. A innescare il rogo, sarebbe stato lo stesso paziente, che avrebbe acceso una sigaretta durante la seduta di ossigenoterapia cui si stava sottoponendo. Sarebbe stata quindi la scintilla dell’accendino a generare le fiamme e l’immediata esplosione. I Vigili del Fuoco hanno trasferito gli altri 4 ricoverati del Reparto al 1° piano, invaso dalle fiamme e dal fumo, nelle sale del Pronto Soccorso. Il tempestivo intervento di più squadre di Pompieri, coordinati dal comando di Agrigento, ha evitato ulteriori vittime. Domato l’incendio, non si registrano altri feriti né intossicati, ma l’intero Reparto è stato giudicato inagibile; il piano superiore, presso il quale si trova la Chirurgia, è stato anch’esso evacuato per motivi precauzionali.